Confetture

17/06/2016

Marmellate, confetture, salse agrodolci, chutney e tutto quanto trovate in questa sezione dei nostri prodotti ha alcune caratteristiche fondamentali. L’unico dolcificante adoperato è il miele, che sostituisce in tutti i casi lo zucchero. Il miele utilizzato non subisce alcun trattamento ed è tal quale le api lo hanno prodotto, La fase di cottura del prodotto avviene sottovuoto. Con questa semplice tecnica la cottura avviene in tempi molto più brevi ed a temperature più basse con mantenimento di tutte le proprietà e di tutte le caratteristiche organolettiche degli ingredienti utilizzati. Chiunque abbia fatto una marmellata sa quanto tempo è rimasto davanti ai fornelli e per quanto tempo ha dovuto far sobbollire il prodotto per ottenere la giusta consistenza.

La quantità di frutta utilizzata per 100 g di prodotto si avvicina o supera i 100 g permettendo di classificarle quali confetture extra. Molte sono preparate con frutta e/o verdure di produzione locale, inserite nel repertorio di prodotti caratterizzanti la biodiversità agraria delle Marche (ad esempio pera Angelica di Serrungarina, cipolla rosa di San Lorenzo in Campo e di Castelleone di Suasa).

Avete mai sentito parlare di mela rosa o di pera volpina? Chi non ricorda le susine formichine o le corniole o i biricoccoli? Con le nostre confetture risveglierete piacevoli ricordi dell’infanzia o della giovinezza o conoscerete sapori che nemmeno immaginate. Iniziamo proponendovi quale primo frutto “dimenticato”, una piacevolissima confettura di giuggiole ottenuta utilizzando gli stessi ingredienti del “brodo di giuggiole”. Naturalmente si tratta di giuggiole locali.

La produzione attuale comprende:

  • Chutney di cipolla rosa di Castelleone di Suasa e di San Lorenzo in Campo, Pera angelica di Serrungarina, datteri del Mediterraneo e peperoni rossi, con miele di Mondavio
Ingredienti: